blogo, informazione indipendente
Logo Blogosfere

Il famoso ciclista Gino Bartali sarà ricordato nel "Giardino dei Giusti"

Domenica 6 Giugno 2010, 13:00 in Cronaca e Attualità di
gino012.jpg

Per l'avvio delle procedure che potrebbero portare il museo israeliano dell'Olocausto a piantare nel "Giardino dei Giusti" un albero in memoria di Gino Bartali manca solo una nuova testimonianza diretta: il racconto di un'altra persona salvata grazie alle gesta del campione di ciclismo.

Lo spiega Sara Funaro, psicologa, che insieme al figlio del ciclista, Andrea, si occupa della questione. Negli anni 1943-'44, durante gli allenamenti tra Toscana, Umbria e Emilia Romagna, Bartali nascondeva nella bici documenti falsi per salvare la vita agli ebrei. «Negli anni scorsi», spiega Funaro, «il rabbino capo della comunità ebraica di Firenze Rav Joseph Levi ha raccolto una serie di documenti e articoli di giornale. L'ambasciata israeliana disse che servivano anche delle testimonianze.

Ne abbiamo trovate due. Una è quella di Giulia Donati, un'anziana fiorentina che adesso vive in Israele: durante la guerra con la famiglia era nascosta in Versilia e un giorno vide arrivare Bartali con i documenti.

Continua a leggere su Fuoridalghetto.

0

Lascia il tuo commento

Accedi con Facebook Esci da Facebook

Attendere la pubblicazione del commento

Seguici

Iscriviti ai nostri feed rss. Leggi in tempo reale tutti i post pubblicati dal blogger!

Post in evidenza su Blogosfere